NEI MERCATI, QUANDO IL MERCATO E’ FINITO

Il mercato è un mondo che nasce e muore ogni giorno.

Nasce la mattina presto, pian piano si anima e colora la città di scambi, passi, parole e umanità. Si vende, si acquista, si strilla, ci si incontra, si riempiono le borse e si svuotano i banchi in un andirivieni incessante fino a che, a mano a mano, si spopola. La folla si dirada, le merci invendute vengono ritirate, i banchi smantellati e compaiono  gli operatori, tra cui i nostri  colleghi di Agridea che, con passo spedito e fare esperto, ridonano al corso la faccia che aveva alle prime luci dell’alba, prima che tutto accadesse.

Organico, plastica, cartone e legno prendono direzioni distinte in un processo di lavoro rapido e organizzato per far sì che il camion del “nero”, quello che arriva per ultimo e raccoglie tutto  ciò che non ha trovato una destinazione, dia l’ultimo tocco e termini rapido il suo giro.

E’ tutto è pronto per un altro giorno, e un altro mercato.

La raccolta differenziata nei mercati a Torino nasce nel 2003 su 8 mercati rionali e si amplia progressivamente fino a raggiungere una copertura completa nel 2005, per un totale di 40 mercati (cliccare qui per il link al sito dell AMIAT); oggi consente di differenziare il 90% dei rifiuti prodotti.

Agridea vi opera dal 2003 con 14 operatori e serve i mercati di corso Racconigi e piazza Benefica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>